italiano
english

RICERCA LOTTI

go to lot nr:
stima:
ricerca testuale:
righe per pagina:
ordina per:

ASTA ONLINE N. 139

dettaglio asta
  • Lot 61  

    Ciletti Nicola

    Ciletti Nicola Ciletti Nicola (S.Giorgio Molara, BN 1883 - 1967) Contadini olio su tela, cm 50x33,5 firmato in basso a destra: N. Ciletti
    STIMA:
    min € 800 - max € 1300
    Base Asta:
    € 400

  • Lot 62  

    Galante Francesco

    Galante Francesco Galante Francesco (Margherita di Savoia, FG 1884 - Napoli 1972) Ricamatrice olio su tela, cm 63x51,5 firmato in basso a destra: F. Galante
    STIMA:
    min € 2000 - max € 3000
    Base Asta:
    € 1000

  • Lot 63  

    Crisconio Luigi

    Crisconio Luigi Crisconio Luigi (Napoli 1893 - Portici, NA 1946) Nudo femminile olio su tela, cm 94,5x136 firmato e datato in alto a sinistra: L. Crisconio 34 XII

    Nel delineare certi profili dell’arte napoletana del ventesimo secolo capitano sotto mano fonti che, pur necessitando di una lettura accorta e consapevole, che non cada cioè nella trappola di accettarle acriticamente nella loro totalità, colpiscono ancora oggi per appassionata forza ed indiscusso fascino. Di Paolo Ricci, ad esempio, il cui testo è stato per un certo tempo quasi unico nella sua trattazione, non va dimenticata la partecipazione in prima persona (in quanto pittore) al dibattito artistico di nostro interesse, cosicché il suo giudizio non può assolutamente considerarsi in generale imparziale (né rigorosamente scientifico), tuttavia allo stesso modo non è possibile non ammettere l’arguzia e la profondità di certe sue conclusioni.
    Luigi Crisconio in definitiva deve molto al Ricci: quest’ultimo ne dà in vero un’immagine vagamente romantica, solitaria, quasi vittimistica, negando sulla carta la presenza che di fatto il primo ebbe nella scena artistica del tempo (almeno da un punto di vista espositivo); Ricci tuttavia coglie pienamente l’essenza poetica di Crisconio, e questa appare alla luce delle odierne conoscenze tanto più forte se si considera appunto come permise al nostro di imporsi nel sistema espositivo locale e nazionale (ancor più, nell’irreggimentato sistema dell’arte fascista) pur non aderendo a nessun movimento artistico al tempo noto e/o apprezzato: Crisconio infatti né si avvicinò ai dittami sempre più diffusi (talvolta imposti) del Novecento, né del resto seguì gli ultimi stralci dell’attardata arte napoletana di gusto ancora ottocentesco o di primissimo Novecento; l’artista, insomma, non seguì l’immagine ancora sognante e folcloristica della Napoli gioiosamente popolaresca e anzi, lo mette proprio Ricci nero su bianco, si fece nei suoi paesaggi disilluso (senza cioè un preciso intento di denuncia) rappresentante della città che stentava ancora a definirsi pienamente moderna, vivendo dei contrasti fra strutture in acciaio ed istituzioni ancora di fatto rurali, benessere borghese e disperazione proletaria, insomma quella «città dietro il paravento del Risanamento» di cui parlava Matilde Serao. La scarsa piacevolezza di questo mirabile filone artistico nell’arte di Crisconio certo non gli valse il successo sul mercato, per cui l’autore fu spesso costretto a svendere (se non regalare) le sue composizioni; non è da escludersi nemmeno la distruzione delle stesse, se sempre il Ricci riporta un aneddoto circa il recupero (per merito suo) di un nudo prossimo ad esser riutilizzato come mero sostegno di un bassorilievo dello scultore De Veroli.
    Di fianco alla produzione paesaggistica (ed ai molti autoritratti) di Crisconio si collocano infatti alcuni monumentali nudi femminili che ritraggono ora Elisa, ora Giannina (le sue modelle preferite, la prima in particolare): in essi, e dunque nell’opera proposta, ancora più mirabile è la possente resa dei volumi che, se più volte ha condotto la critica ad accostare l’autore partenopeo al francese Cézanne, resta tuttavia una cifra tutta sua peculiare, e di indiscutibile valenza artistica.
    STIMA:
    min € 4000 - max € 7000
    Base Asta:
    € 2000

  • Lot 64  

    Villani Gennaro

    Villani Gennaro Villani Gennaro (Napoli 1885 - 1948) Maschio Angioino tecnica mista su carta, cm 23x22,5 firmato in basso a destra: G. Villani
    STIMA:
    min € 600 - max € 900
    Base Asta:
    € 300

  • Lot 65  

    Bresciani Antonio

    Bresciani Antonio Bresciani Antonio (Napoli 1902 - 1998) Ritratto maschile olio su tela, cm 45x35 firmato in basso a destra: A. Bresciani a tergo firmato e datato:A Bresciani 1928
    STIMA:
    min € 800 - max € 1300
    Base Asta:
    € 300

  • Lot 66  

    Colucci Vincenzo

    Colucci Vincenzo Colucci Vincenzo ( Ischia, NA 1898 - 1970) Paesaggio d'Ischia olio su tela, cm 60x80 firmato e datato in basso a destra: V. Colucci A XV

    Viaggiatore appassionato, Vincenzo Colucci trasse da ogni soggiorno un qualche arricchimento all’arte sua, così che se in Toscana ad esempio riprese la lezione dei macchiaioli, in Francia s’avvicinò all’École de Paris ed a Maurice Utrillo, facendosi espressionista.
    La sua produzione fu ricca di nature morte (come quella del resto di molti Napoletani, che vollero recuperare la grande tradizione sei-settecentesca), eppure ancora più felici furono i suoi paesaggi, in particolare della natia isola d’Ischia: ivi, inizialmente legato a Casciaro (il quale vi soggiornò spesso), Colucci se ne distaccò in seguito sviluppando una pennellata quasi neo-impressionista, come può ammirarsi nell’opera proposta.
    STIMA:
    min € 1000 - max € 1500
    Base Asta:
    € 500

  • Lot 67  

    Brancaccio Giovanni

    Brancaccio Giovanni Brancaccio Giovanni (Pozzuoli, NA 1903 - 1975) Bardonecchia olio su tela rip. su cartone, cm 10x17,5 a tergo firmato e iscritto Giovanni Brancaccio Bardonecchia 27/1/1951
    STIMA:
    min € 600 - max € 900
    Base Asta:
    € 200

  • Lot 68  

    Girosi Franco

    Girosi Franco Girosi Franco (Napoli 1896 - 1987) Natura marina tecnica mista su tavola, cm 24,5x30 firmato in basso a destra: Girosi
    STIMA:
    min € 800 - max € 1200
    Base Asta:
    € 400

  • Lot 69  

    Galante Francesco

    Galante Francesco Galante Francesco (Margherita di Savoia, FG 1884 - Napoli 1972) Strada di Napoli olio su tavola, cm 15x20 firmato in basso a sinistra: F. Galante
    STIMA:
    min € 700 - max € 1000
    Base Asta:
    € 300

  • Lot 70  

    Bresciani Antonio

    Bresciani Antonio Bresciani Antonio (Napoli 1902 - 1998) A lezione olio su cartone, cm 70x50 firmato in basso a destra: Bresciani
    STIMA:
    min € 2400 - max € 3600
    Base Asta:
    € 1300

  • Lot 71  

    Capaldo Rubens

    Capaldo Rubens Capaldo Rubens (Parigi 1908 - Napoli 1987) Nudo olio su tela, cm 55x70 firmato e datato in basso a sinistra: Capaldo R. 1969
    STIMA:
    min € 600 - max € 900
    Base Asta:
    € 300

  • Lot 72  

    Cortiello Mario

    Cortiello Mario Cortiello Mario (Napoli 1907 - 1981) Napoli da San Martino olio su tavola, cm 30x40 firmato e datato in basso a destra: Mario Cortiello 46
    STIMA:
    min € 1300 - max € 1800
    Base Asta:
    € 700

  • Lot 73  

    Cortiello Mario

    Cortiello Mario Cortiello Mario (Napoli 1907 - 1981) La raccolta del cotone olio su cartone, cm 31,5x50 firmato e datato in basso a destra: Mario Cortiello 1937
    STIMA:
    min € 1300 - max € 1800
    Base Asta:
    € 700

  • Lot 74  

    Verdecchia Carlo

    Verdecchia Carlo Verdecchia Carlo (Atri, TE 1905 - 1984) Maria al balcone col panorama di Atri sullo sfondo olio su cartone telato, cm 50x70 firmato in basso a destra: C. Verdecchia Esposizioni: Omaggio a Carlo Verdecchia - 61° Premio Michetti, luglio 2010 Francavilla al mare Bibliografia: Carlo Verdecchia, a cura di I. Valente, Ed. Vincent, 2010 pag. 77
    STIMA:
    min € 1300 - max € 1800
    Base Asta:
    € 500

  • Lot 75  

    Verdecchia Carlo

    Verdecchia Carlo Verdecchia Carlo (Atri, TE 1905 - 1984) Riposo di contadini olio su tela, cm 60x80 firmato in basso a destra: C. Verdecchia Esposizioni: Omaggio a Carlo Verdecchia - 61° Premio Michetti, luglio 2010 Francavilla al mare Bibliografia: Carlo Verdecchia, a cura di I. Valente, Ed. Vincent, 2010 pag. 90
    STIMA:
    min € 1000 - max € 2000
    Base Asta:
    € 500

< 1 2 3 4 5 > ... >> 

Page 5 of 17. Total elemets 249
  • Lotto 61  

    Ciletti Nicola

    Ciletti Nicola (S.Giorgio Molara, BN 1883 - 1967) Contadini olio su tela, cm 50x33,5 firmato in basso a destra: N. Ciletti
    STIMA min € 800 - max € 1300

    Lot 61  

    Ciletti Nicola

    Ciletti Nicola Ciletti Nicola (S.Giorgio Molara, BN 1883 - 1967) Contadini olio su tela, cm 50x33,5 firmato in basso a destra: N. Ciletti


    0 offerte pre-asta Detail
  • Lotto 62  

    Galante Francesco

    Galante Francesco (Margherita di Savoia, FG 1884 - Napoli 1972) Ricamatrice olio su tela, cm 63x51,5 firmato in basso a destra: F. Galante
    STIMA min € 2000 - max € 3000

    Lot 62  

    Galante Francesco

    Galante Francesco Galante Francesco (Margherita di Savoia, FG 1884 - Napoli 1972) Ricamatrice olio su tela, cm 63x51,5 firmato in basso a destra: F. Galante


    0 offerte pre-asta Detail
  • Lotto 63  

    Crisconio Luigi

    Crisconio Luigi (Napoli 1893 - Portici, NA 1946) Nudo femminile olio su tela, cm 94,5x136 firmato e datato in alto a sinistra: L. Crisconio 34 XII

    Nel delineare certi profili dell’arte napoletana del ventesimo secolo capitano sotto mano fonti che, pur necessitando di una lettura accorta e consapevole, che non cada cioè nella trappola di accettarle acriticamente nella loro totalità, colpiscono ancora oggi per appassionata forza ed indiscusso fascino. Di Paolo Ricci, ad esempio, il cui testo è stato per un certo tempo quasi unico nella sua trattazione, non va dimenticata la partecipazione in prima persona (in quanto pittore) al dibattito artistico di nostro interesse, cosicché il suo giudizio non può assolutamente considerarsi in generale imparziale (né rigorosamente scientifico), tuttavia allo stesso modo non è possibile non ammettere l’arguzia e la profondità di certe sue conclusioni.
    Luigi Crisconio in definitiva deve molto al Ricci: quest’ultimo ne dà in vero un’immagine vagamente romantica, solitaria, quasi vittimistica, negando sulla carta la presenza che di fatto il primo ebbe nella scena artistica del tempo (almeno da un punto di vista espositivo); Ricci tuttavia coglie pienamente l’essenza poetica di Crisconio, e questa appare alla luce delle odierne conoscenze tanto più forte se si considera appunto come permise al nostro di imporsi nel sistema espositivo locale e nazionale (ancor più, nell’irreggimentato sistema dell’arte fascista) pur non aderendo a nessun movimento artistico al tempo noto e/o apprezzato: Crisconio infatti né si avvicinò ai dittami sempre più diffusi (talvolta imposti) del Novecento, né del resto seguì gli ultimi stralci dell’attardata arte napoletana di gusto ancora ottocentesco o di primissimo Novecento; l’artista, insomma, non seguì l’immagine ancora sognante e folcloristica della Napoli gioiosamente popolaresca e anzi, lo mette proprio Ricci nero su bianco, si fece nei suoi paesaggi disilluso (senza cioè un preciso intento di denuncia) rappresentante della città che stentava ancora a definirsi pienamente moderna, vivendo dei contrasti fra strutture in acciaio ed istituzioni ancora di fatto rurali, benessere borghese e disperazione proletaria, insomma quella «città dietro il paravento del Risanamento» di cui parlava Matilde Serao. La scarsa piacevolezza di questo mirabile filone artistico nell’arte di Crisconio certo non gli valse il successo sul mercato, per cui l’autore fu spesso costretto a svendere (se non regalare) le sue composizioni; non è da escludersi nemmeno la distruzione delle stesse, se sempre il Ricci riporta un aneddoto circa il recupero (per merito suo) di un nudo prossimo ad esser riutilizzato come mero sostegno di un bassorilievo dello scultore De Veroli.
    Di fianco alla produzione paesaggistica (ed ai molti autoritratti) di Crisconio si collocano infatti alcuni monumentali nudi femminili che ritraggono ora Elisa, ora Giannina (le sue modelle preferite, la prima in particolare): in essi, e dunque nell’opera proposta, ancora più mirabile è la possente resa dei volumi che, se più volte ha condotto la critica ad accostare l’autore partenopeo al francese Cézanne, resta tuttavia una cifra tutta sua peculiare, e di indiscutibile valenza artistica.
    STIMA min € 4000 - max € 7000

    Lot 63  

    Crisconio Luigi

    Crisconio Luigi Crisconio Luigi (Napoli 1893 - Portici, NA 1946) Nudo femminile olio su tela, cm 94,5x136 firmato e datato in alto a sinistra: L. Crisconio 34 XII

    Nel delineare certi profili dell’arte napoletana del ventesimo secolo capitano sotto mano fonti che, pur necessitando di una lettura accorta e consapevole, che non cada cioè nella trappola di accettarle acriticamente nella loro totalità, colpiscono ancora oggi per appassionata forza ed indiscusso fascino. Di Paolo Ricci, ad esempio, il cui testo è stato per un certo tempo quasi unico nella sua trattazione, non va dimenticata la partecipazione in prima persona (in quanto pittore) al dibattito artistico di nostro interesse, cosicché il suo giudizio non può assolutamente considerarsi in generale imparziale (né rigorosamente scientifico), tuttavia allo stesso modo non è possibile non ammettere l’arguzia e la profondità di certe sue conclusioni.
    Luigi Crisconio in definitiva deve molto al Ricci: quest’ultimo ne dà in vero un’immagine vagamente romantica, solitaria, quasi vittimistica, negando sulla carta la presenza che di fatto il primo ebbe nella scena artistica del tempo (almeno da un punto di vista espositivo); Ricci tuttavia coglie pienamente l’essenza poetica di Crisconio, e questa appare alla luce delle odierne conoscenze tanto più forte se si considera appunto come permise al nostro di imporsi nel sistema espositivo locale e nazionale (ancor più, nell’irreggimentato sistema dell’arte fascista) pur non aderendo a nessun movimento artistico al tempo noto e/o apprezzato: Crisconio infatti né si avvicinò ai dittami sempre più diffusi (talvolta imposti) del Novecento, né del resto seguì gli ultimi stralci dell’attardata arte napoletana di gusto ancora ottocentesco o di primissimo Novecento; l’artista, insomma, non seguì l’immagine ancora sognante e folcloristica della Napoli gioiosamente popolaresca e anzi, lo mette proprio Ricci nero su bianco, si fece nei suoi paesaggi disilluso (senza cioè un preciso intento di denuncia) rappresentante della città che stentava ancora a definirsi pienamente moderna, vivendo dei contrasti fra strutture in acciaio ed istituzioni ancora di fatto rurali, benessere borghese e disperazione proletaria, insomma quella «città dietro il paravento del Risanamento» di cui parlava Matilde Serao. La scarsa piacevolezza di questo mirabile filone artistico nell’arte di Crisconio certo non gli valse il successo sul mercato, per cui l’autore fu spesso costretto a svendere (se non regalare) le sue composizioni; non è da escludersi nemmeno la distruzione delle stesse, se sempre il Ricci riporta un aneddoto circa il recupero (per merito suo) di un nudo prossimo ad esser riutilizzato come mero sostegno di un bassorilievo dello scultore De Veroli.
    Di fianco alla produzione paesaggistica (ed ai molti autoritratti) di Crisconio si collocano infatti alcuni monumentali nudi femminili che ritraggono ora Elisa, ora Giannina (le sue modelle preferite, la prima in particolare): in essi, e dunque nell’opera proposta, ancora più mirabile è la possente resa dei volumi che, se più volte ha condotto la critica ad accostare l’autore partenopeo al francese Cézanne, resta tuttavia una cifra tutta sua peculiare, e di indiscutibile valenza artistica.


    1 offerte pre-asta Detail
  • Lotto 64  

    Villani Gennaro

    Villani Gennaro (Napoli 1885 - 1948) Maschio Angioino tecnica mista su carta, cm 23x22,5 firmato in basso a destra: G. Villani
    STIMA min € 600 - max € 900

    Lot 64  

    Villani Gennaro

    Villani Gennaro Villani Gennaro (Napoli 1885 - 1948) Maschio Angioino tecnica mista su carta, cm 23x22,5 firmato in basso a destra: G. Villani


    0 offerte pre-asta Detail
  • Lotto 65  

    Bresciani Antonio

    Bresciani Antonio (Napoli 1902 - 1998) Ritratto maschile olio su tela, cm 45x35 firmato in basso a destra: A. Bresciani a tergo firmato e datato:A Bresciani 1928
    STIMA min € 800 - max € 1300

    Lot 65  

    Bresciani Antonio

    Bresciani Antonio Bresciani Antonio (Napoli 1902 - 1998) Ritratto maschile olio su tela, cm 45x35 firmato in basso a destra: A. Bresciani a tergo firmato e datato:A Bresciani 1928


    0 offerte pre-asta Detail
  • Lotto 66  

    Colucci Vincenzo

    Colucci Vincenzo ( Ischia, NA 1898 - 1970) Paesaggio d'Ischia olio su tela, cm 60x80 firmato e datato in basso a destra: V. Colucci A XV

    Viaggiatore appassionato, Vincenzo Colucci trasse da ogni soggiorno un qualche arricchimento all’arte sua, così che se in Toscana ad esempio riprese la lezione dei macchiaioli, in Francia s’avvicinò all’École de Paris ed a Maurice Utrillo, facendosi espressionista.
    La sua produzione fu ricca di nature morte (come quella del resto di molti Napoletani, che vollero recuperare la grande tradizione sei-settecentesca), eppure ancora più felici furono i suoi paesaggi, in particolare della natia isola d’Ischia: ivi, inizialmente legato a Casciaro (il quale vi soggiornò spesso), Colucci se ne distaccò in seguito sviluppando una pennellata quasi neo-impressionista, come può ammirarsi nell’opera proposta.
    STIMA min € 1000 - max € 1500

    Lot 66  

    Colucci Vincenzo

    Colucci Vincenzo Colucci Vincenzo ( Ischia, NA 1898 - 1970) Paesaggio d'Ischia olio su tela, cm 60x80 firmato e datato in basso a destra: V. Colucci A XV

    Viaggiatore appassionato, Vincenzo Colucci trasse da ogni soggiorno un qualche arricchimento all’arte sua, così che se in Toscana ad esempio riprese la lezione dei macchiaioli, in Francia s’avvicinò all’École de Paris ed a Maurice Utrillo, facendosi espressionista.
    La sua produzione fu ricca di nature morte (come quella del resto di molti Napoletani, che vollero recuperare la grande tradizione sei-settecentesca), eppure ancora più felici furono i suoi paesaggi, in particolare della natia isola d’Ischia: ivi, inizialmente legato a Casciaro (il quale vi soggiornò spesso), Colucci se ne distaccò in seguito sviluppando una pennellata quasi neo-impressionista, come può ammirarsi nell’opera proposta.


    1 offerte pre-asta Detail
  • Lotto 67  

    Brancaccio Giovanni

    Brancaccio Giovanni (Pozzuoli, NA 1903 - 1975) Bardonecchia olio su tela rip. su cartone, cm 10x17,5 a tergo firmato e iscritto Giovanni Brancaccio Bardonecchia 27/1/1951
    STIMA min € 600 - max € 900

    Lot 67  

    Brancaccio Giovanni

    Brancaccio Giovanni Brancaccio Giovanni (Pozzuoli, NA 1903 - 1975) Bardonecchia olio su tela rip. su cartone, cm 10x17,5 a tergo firmato e iscritto Giovanni Brancaccio Bardonecchia 27/1/1951


    1 offerte pre-asta Detail
  • Lotto 68  

    Girosi Franco

    Girosi Franco (Napoli 1896 - 1987) Natura marina tecnica mista su tavola, cm 24,5x30 firmato in basso a destra: Girosi
    STIMA min € 800 - max € 1200

    Lot 68  

    Girosi Franco

    Girosi Franco Girosi Franco (Napoli 1896 - 1987) Natura marina tecnica mista su tavola, cm 24,5x30 firmato in basso a destra: Girosi


    0 offerte pre-asta Detail
  • Lotto 69  

    Galante Francesco

    Galante Francesco (Margherita di Savoia, FG 1884 - Napoli 1972) Strada di Napoli olio su tavola, cm 15x20 firmato in basso a sinistra: F. Galante
    STIMA min € 700 - max € 1000

    Lot 69  

    Galante Francesco

    Galante Francesco Galante Francesco (Margherita di Savoia, FG 1884 - Napoli 1972) Strada di Napoli olio su tavola, cm 15x20 firmato in basso a sinistra: F. Galante


    0 offerte pre-asta Detail
  • Lotto 70  

    Bresciani Antonio

    Bresciani Antonio (Napoli 1902 - 1998) A lezione olio su cartone, cm 70x50 firmato in basso a destra: Bresciani
    STIMA min € 2400 - max € 3600

    Lot 70  

    Bresciani Antonio

    Bresciani Antonio Bresciani Antonio (Napoli 1902 - 1998) A lezione olio su cartone, cm 70x50 firmato in basso a destra: Bresciani


    2 offerte pre-asta Detail
  • Lotto 71  

    Capaldo Rubens

    Capaldo Rubens (Parigi 1908 - Napoli 1987) Nudo olio su tela, cm 55x70 firmato e datato in basso a sinistra: Capaldo R. 1969
    STIMA min € 600 - max € 900

    Lot 71  

    Capaldo Rubens

    Capaldo Rubens Capaldo Rubens (Parigi 1908 - Napoli 1987) Nudo olio su tela, cm 55x70 firmato e datato in basso a sinistra: Capaldo R. 1969


    2 offerte pre-asta Detail
  • Lotto 72  

    Cortiello Mario

    Cortiello Mario (Napoli 1907 - 1981) Napoli da San Martino olio su tavola, cm 30x40 firmato e datato in basso a destra: Mario Cortiello 46
    STIMA min € 1300 - max € 1800

    Lot 72  

    Cortiello Mario

    Cortiello Mario Cortiello Mario (Napoli 1907 - 1981) Napoli da San Martino olio su tavola, cm 30x40 firmato e datato in basso a destra: Mario Cortiello 46


    0 offerte pre-asta Detail
  • Lotto 73  

    Cortiello Mario

    Cortiello Mario (Napoli 1907 - 1981) La raccolta del cotone olio su cartone, cm 31,5x50 firmato e datato in basso a destra: Mario Cortiello 1937
    STIMA min € 1300 - max € 1800

    Lot 73  

    Cortiello Mario

    Cortiello Mario Cortiello Mario (Napoli 1907 - 1981) La raccolta del cotone olio su cartone, cm 31,5x50 firmato e datato in basso a destra: Mario Cortiello 1937


    0 offerte pre-asta Detail
  • Lotto 74  

    Verdecchia Carlo

    Verdecchia Carlo (Atri, TE 1905 - 1984) Maria al balcone col panorama di Atri sullo sfondo olio su cartone telato, cm 50x70 firmato in basso a destra: C. Verdecchia Esposizioni: Omaggio a Carlo Verdecchia - 61° Premio Michetti, luglio 2010 Francavilla al mare Bibliografia: Carlo Verdecchia, a cura di I. Valente, Ed. Vincent, 2010 pag. 77
    STIMA min € 1300 - max € 1800

    Lot 74  

    Verdecchia Carlo

    Verdecchia Carlo Verdecchia Carlo (Atri, TE 1905 - 1984) Maria al balcone col panorama di Atri sullo sfondo olio su cartone telato, cm 50x70 firmato in basso a destra: C. Verdecchia Esposizioni: Omaggio a Carlo Verdecchia - 61° Premio Michetti, luglio 2010 Francavilla al mare Bibliografia: Carlo Verdecchia, a cura di I. Valente, Ed. Vincent, 2010 pag. 77


    0 offerte pre-asta Detail
  • Lotto 75  

    Verdecchia Carlo

    Verdecchia Carlo (Atri, TE 1905 - 1984) Riposo di contadini olio su tela, cm 60x80 firmato in basso a destra: C. Verdecchia Esposizioni: Omaggio a Carlo Verdecchia - 61° Premio Michetti, luglio 2010 Francavilla al mare Bibliografia: Carlo Verdecchia, a cura di I. Valente, Ed. Vincent, 2010 pag. 90
    STIMA min € 1000 - max € 2000

    Lot 75  

    Verdecchia Carlo

    Verdecchia Carlo Verdecchia Carlo (Atri, TE 1905 - 1984) Riposo di contadini olio su tela, cm 60x80 firmato in basso a destra: C. Verdecchia Esposizioni: Omaggio a Carlo Verdecchia - 61° Premio Michetti, luglio 2010 Francavilla al mare Bibliografia: Carlo Verdecchia, a cura di I. Valente, Ed. Vincent, 2010 pag. 90


    0 offerte pre-asta Detail
< 1 2 3 4 5 > ... >> 

Page 5 of 17. Total elemets 249
Slide Show di tutti i lotti