italiano
english

RICERCA LOTTI

go to lot nr:
stima:
ricerca testuale:
righe per pagina:
ordina per:

ASTA N. 163 - DIPINTI DEL XIX SECOLO

dettaglio asta
  • Lot 110  

    Irolli Vincenzo

    Irolli Vincenzo Irolli Vincenzo (Napoli 1860 - 1949)
    Passegiata
    Olio su tela cm 65x43,5 firmato in basso a sinistra V. Irolli

    Vincenzo Irolli è stato con ogni probabilità l’ultimo vero rappresentante della grande scuola pittorica partenopea dell’Ottocento, di cui egli conservò gli esiti fino ai primi decenni del ventesimo secolo, allorché anche nella stessa Napoli andavano soffiando venti di profondo rinnovamento in campo artistico. Questa che qualcuno potrebbe quasi definire una sorta di ostinazione, mentre noi preferiremmo semplicemente parlare di coerenza col modo di dipingere – spontaneo e gioioso – che caratterizzò Irolli fin dalla sua giovanile produzione, finì comunque per causare all’artista non poche critiche, e difatti mentre egli era assai ricercato all’estero stentò ad affermarsi per lungo tempo in Italia. Se in qualche modo Irolli si dedicò per un certo periodo della sua vita (nemmeno troppo lungo, in verità) ad una pittura di più facile mercato, va sempre e comunque ricordato che vi fu costretto per gravi impellenze economiche, e certamente la necessità di vendere mal s’accordava con la produzione di opere di maggiore impegno.
    Nell’opera proposta ad ogni modo si coniugano l’attenzione cromatica ed alla resa chiaroscurale tipiche dell’arte d’area partenopea già da molto prima del diciannovesimo secolo, ed alle quali del resto venivano ovviamente formati gli allievi dell’Accademia: l’elemento naturale, pura esplosione di colori, fa da sfondo al gioco di luce ed ombra che delinea le forme della elegante ed aristocratica modella nonché la sua collocazione nello spazio; il portamento della fanciulla, la sua espressione profondamente riflessiva, riporta invece ad una serie di tele dell’autore le quali, pur ritraendo sempre figure femminili, caricano queste ultime di significati sottesi, nascosti, talvolta addirittura filosofici: si pensi ad esempio a “Chiaroscuro” o “Meriggio”.
    STIMA:
    min € 12000 - max € 18000
    Base Asta:
    € 8000

  • Lot 111  

    Rossano Federico

    Federico Rossano Rossano Federico (Napoli 1835 - 1912)
    Mucca al pascolo
    olio su tela cm 45x60
    firmato in basso a destra: Rossano
    a tergo cartiglio Mostra del paesaggio napoletano dell'Ottocento A. XIV
    Provenienza: Gall. Giosi, Napoli; Finarte, Milano; coll. privata, Modena

    Esposizioni: Napoli settembre 1936; Napoli 1983; Milano 1988; Napoli 1989

    Bibliografia: Il paesaggio nella pittura napoletana dell’Ottocento, Sindacato Interprovinciale Fascista di Belle Arti, Napoli 1936, pag. 86; R.Caputo, Federico Rossano, Grimaldi C. Ed. Napoli 2000 tav XXXIII; Vendita all'asta Gall. Giosi Napoli 1983, n. cat 49; Cat. asta Finarte Milano 1988; Ottocento. Catalogo dell’Arte italiana dell’Ottocento n.17, Mondadori, Milano 1988, ill. b/n p.367; Vendita all'asta Gall. Giosi, Napoli 1989 n. cat 56 a colori
    STIMA:
    min € 9000 - max € 14000
    Base Asta:
    € 6000

< 1 2 3 4 5 

Page 5 of 5. Total elemets 62
  • Lotto 110  

    Irolli Vincenzo

    Irolli Vincenzo (Napoli 1860 - 1949)
    Passegiata
    Olio su tela cm 65x43,5 firmato in basso a sinistra V. Irolli

    Vincenzo Irolli è stato con ogni probabilità l’ultimo vero rappresentante della grande scuola pittorica partenopea dell’Ottocento, di cui egli conservò gli esiti fino ai primi decenni del ventesimo secolo, allorché anche nella stessa Napoli andavano soffiando venti di profondo rinnovamento in campo artistico. Questa che qualcuno potrebbe quasi definire una sorta di ostinazione, mentre noi preferiremmo semplicemente parlare di coerenza col modo di dipingere – spontaneo e gioioso – che caratterizzò Irolli fin dalla sua giovanile produzione, finì comunque per causare all’artista non poche critiche, e difatti mentre egli era assai ricercato all’estero stentò ad affermarsi per lungo tempo in Italia. Se in qualche modo Irolli si dedicò per un certo periodo della sua vita (nemmeno troppo lungo, in verità) ad una pittura di più facile mercato, va sempre e comunque ricordato che vi fu costretto per gravi impellenze economiche, e certamente la necessità di vendere mal s’accordava con la produzione di opere di maggiore impegno.
    Nell’opera proposta ad ogni modo si coniugano l’attenzione cromatica ed alla resa chiaroscurale tipiche dell’arte d’area partenopea già da molto prima del diciannovesimo secolo, ed alle quali del resto venivano ovviamente formati gli allievi dell’Accademia: l’elemento naturale, pura esplosione di colori, fa da sfondo al gioco di luce ed ombra che delinea le forme della elegante ed aristocratica modella nonché la sua collocazione nello spazio; il portamento della fanciulla, la sua espressione profondamente riflessiva, riporta invece ad una serie di tele dell’autore le quali, pur ritraendo sempre figure femminili, caricano queste ultime di significati sottesi, nascosti, talvolta addirittura filosofici: si pensi ad esempio a “Chiaroscuro” o “Meriggio”.
    STIMA min € 12000 - max € 18000

    Lot 110  

    Irolli Vincenzo

    Irolli Vincenzo Irolli Vincenzo (Napoli 1860 - 1949)
    Passegiata
    Olio su tela cm 65x43,5 firmato in basso a sinistra V. Irolli

    Vincenzo Irolli è stato con ogni probabilità l’ultimo vero rappresentante della grande scuola pittorica partenopea dell’Ottocento, di cui egli conservò gli esiti fino ai primi decenni del ventesimo secolo, allorché anche nella stessa Napoli andavano soffiando venti di profondo rinnovamento in campo artistico. Questa che qualcuno potrebbe quasi definire una sorta di ostinazione, mentre noi preferiremmo semplicemente parlare di coerenza col modo di dipingere – spontaneo e gioioso – che caratterizzò Irolli fin dalla sua giovanile produzione, finì comunque per causare all’artista non poche critiche, e difatti mentre egli era assai ricercato all’estero stentò ad affermarsi per lungo tempo in Italia. Se in qualche modo Irolli si dedicò per un certo periodo della sua vita (nemmeno troppo lungo, in verità) ad una pittura di più facile mercato, va sempre e comunque ricordato che vi fu costretto per gravi impellenze economiche, e certamente la necessità di vendere mal s’accordava con la produzione di opere di maggiore impegno.
    Nell’opera proposta ad ogni modo si coniugano l’attenzione cromatica ed alla resa chiaroscurale tipiche dell’arte d’area partenopea già da molto prima del diciannovesimo secolo, ed alle quali del resto venivano ovviamente formati gli allievi dell’Accademia: l’elemento naturale, pura esplosione di colori, fa da sfondo al gioco di luce ed ombra che delinea le forme della elegante ed aristocratica modella nonché la sua collocazione nello spazio; il portamento della fanciulla, la sua espressione profondamente riflessiva, riporta invece ad una serie di tele dell’autore le quali, pur ritraendo sempre figure femminili, caricano queste ultime di significati sottesi, nascosti, talvolta addirittura filosofici: si pensi ad esempio a “Chiaroscuro” o “Meriggio”.


    0 offerte pre-asta Place Bid Track Lot
  • Lotto 111  

    Rossano Federico

    Rossano Federico (Napoli 1835 - 1912)
    Mucca al pascolo
    olio su tela cm 45x60
    firmato in basso a destra: Rossano
    a tergo cartiglio Mostra del paesaggio napoletano dell'Ottocento A. XIV
    Provenienza: Gall. Giosi, Napoli; Finarte, Milano; coll. privata, Modena

    Esposizioni: Napoli settembre 1936; Napoli 1983; Milano 1988; Napoli 1989

    Bibliografia: Il paesaggio nella pittura napoletana dell’Ottocento, Sindacato Interprovinciale Fascista di Belle Arti, Napoli 1936, pag. 86; R.Caputo, Federico Rossano, Grimaldi C. Ed. Napoli 2000 tav XXXIII; Vendita all'asta Gall. Giosi Napoli 1983, n. cat 49; Cat. asta Finarte Milano 1988; Ottocento. Catalogo dell’Arte italiana dell’Ottocento n.17, Mondadori, Milano 1988, ill. b/n p.367; Vendita all'asta Gall. Giosi, Napoli 1989 n. cat 56 a colori
    STIMA min € 9000 - max € 14000

    Lot 111  

    Rossano Federico

    Federico Rossano Rossano Federico (Napoli 1835 - 1912)
    Mucca al pascolo
    olio su tela cm 45x60
    firmato in basso a destra: Rossano
    a tergo cartiglio Mostra del paesaggio napoletano dell'Ottocento A. XIV
    Provenienza: Gall. Giosi, Napoli; Finarte, Milano; coll. privata, Modena

    Esposizioni: Napoli settembre 1936; Napoli 1983; Milano 1988; Napoli 1989

    Bibliografia: Il paesaggio nella pittura napoletana dell’Ottocento, Sindacato Interprovinciale Fascista di Belle Arti, Napoli 1936, pag. 86; R.Caputo, Federico Rossano, Grimaldi C. Ed. Napoli 2000 tav XXXIII; Vendita all'asta Gall. Giosi Napoli 1983, n. cat 49; Cat. asta Finarte Milano 1988; Ottocento. Catalogo dell’Arte italiana dell’Ottocento n.17, Mondadori, Milano 1988, ill. b/n p.367; Vendita all'asta Gall. Giosi, Napoli 1989 n. cat 56 a colori


    0 offerte pre-asta Place Bid Track Lot
< 1 2 3 4 5 

Page 5 of 5. Total elemets 62
Slide Show di tutti i lotti